Prova unica ad uno spettatore, Bernardo Casertano interpreta Caligola, Roma, 2019.

“Esibirmi davanti ad una sola persona è una violenza” 






Bernardo Casertano

Massa, forza, moto


Format: Digital
Country: Italy, Rome
Released: 2019
Genre: Photography



Images for courtesy to the actor Bernardo Casertano













The body is a vase full of energy and truth. I’ve always been interested in people. I go to bars and other places of social gathering to find my subjects. I start distorting them, à la OttonDix. There is a lot of intimacy in that moment. I try to use that as a catalyst, taking these ideas to new levels of perception. I’ve noticed that ever since I was a kid I always paid lots of attention to the body and its effect on the space that surrounds it. That's why I am so interested in actors and theatre in general.



Bernardo, lo sguardo sempre nuovo di un bambino. In scena, diventa un agglomerato di carne emotiva. Bernardo è una bestia metamorfica.” Un continuo alternarsi di Movimento e riposo che accende e spegne una macchina fragile, L‘uomo.
Massa invariante: si può conoscerne il peso specifico e la sua energia purchè posta in un sistema di riferimento universale. Il palcoscenico. La massa alimentata dalla fragilità, forza, è applicata alla materia. Ecco il Moto.



L'eroicità lucida dell'uomo nudo che vive senza sconti la propria condizione di mortale. Quasi come fosse una rivolta contro se stesso: tutti viviamo sulla soglia, ciò nonostante viviamo” Scrive Enrico Bernard - Saltinaria.


Caligola assolo è un atto che celebra l’eroicità dell’uomo malgrado la sua condizione. Un inno alla “spaventosa libertà” che si raggiunge prendendo coscienza della “solitudine”.

Un animale come attraverserebbe la scena?
Tante voci a farsi vive attraverso la coscienza di un solo uomo.
É la liberazione di una maniera di esporre e di esporsi, un percorso che attraversa il pensiero di Camus sull’assurdo e sulla condizione umana.





Bernardo, oil on canvas, 2020.

Bernardo in Dino, oil on canvas, 2019.


Dino atto unico 50’ : Dino vuole essere un uomo e tutto ciò che ne comporta: irrazionalità, stupidità. Vuole un corpo che abbia vita, che sia colpevole. Di cosa? Di tutto. Vuole fallire come solo gli uomini riescono, essere il prolungamento e l'estensione di ogni loro difetto, il fallimento in potenza umana.